20 marzo 2009

Ponyo Sulla Scogliera nei cinema italiani da oggi

Da oggi "Ponyo Sulla Scogliera" è in molte sale cinematografiche italiane. Invito tutti ad andarlo a vedere.

Per consultare la lista delle sale che lo proiettano potete leggere l'elenco nel sito ufficiale della Lucky Red cliccando su "Acquista Biglietto" e scegliendo la vostra provincia. La lista è per altro aggiornata in tempo reale.

Per informazioni sul film potete leggere la pagina "Ponyo Sulla Scogliera".

(Fonte: Ufficio Stampa Lucky Red)

30 commenti:

  1. Cara Valentina, il problema è sempre quello! I Cartoni animati in ITalia SONO per Bambini e li mettono SOLAMENTE in orari PER BAMBINI, quindi io che lavoro sempre o me lo vedo di pomeriggio di sabato o domenica con la madria di bimbi (non credo...) oppure devo trovare una sala che fà uno spettacolo preserale ma che noia!!!!!!!

    RispondiElimina
  2. ciao! beh, scusate, ma Ponyo è per bambini! certo, non solo, ma persino Miyazaki ha dichiarato che è pensato per bambini (lasciamo perdere la traduzione della canzoncina finale che, in italiano, non ci sta affatto bene). Scusate, mi spiegate una cosa? io sono un grandissimo fan di Miyazaki (l'ho seguito sempre a Venezia) ma una cosa non capisco: Ponyo è DAVVERO un capolavoro? Non so, io l'ho trovato un bel film, ma NON un capolavoro... mi date dei giudizi grazie ai quali possa cambiare idea? Non è che ora tutti sopravvalutano il maestro miyazaki? non vorrei che, per ogni film che fa, tutti acclamino l'ultima pellicola come capolavoro! fatemi sapere, ciaooo, Luca

    RispondiElimina
  3. ... e intanto Ponyo parte malissimo al Box-Office. Ieri solo 20.000 euro contro i 40 di Howl che aveva a disposizione 100 sale in meno :((

    RispondiElimina
  4. Ciao
    Sono andato con i bimbi ieri sera, allo spettacolo delle 18,15 a Torino.
    A mio avviso il film è bello ma non bellissimo.Anche i disegni non sono così perfetti come sono in Tororo o Laputa.
    Comunque grande e maestosa scena in fondo al mare all'inizio del film.

    RispondiElimina
  5. Sono strafelice.........non vedevo l'ora che uscisse e spero che lo proiettino nella multisala vicino a dove abito così da poterlo godere al massimooooooo! Ma sò già che sarà così indipendentemente da tutto! Il fatto che l'abbiano finalmente fatto uscire in Italia mi fà sperare che si apra maggiormente la strada all'animazione giapponese! Grazie mille delle vostre news! :D

    RispondiElimina
  6. Bubbahotep21/3/09 12:45

    Si tutto molto bello, peccato che gli orari siano improponibili visto e considerato che alla multisala della mia città lo proiettano solo alle 16 e 30!

    RispondiElimina
  7. L'HO VISTO E'TROPPO BELLO, HAYAO MIYAZAKI CI FA SOGNARE ANCORA :):):):):):):):) comunque è vero gli oari sono strani. Spero solamente che non sarà l'ultimo film del maestro, visto che dalle ultime informazioni sembrerebbe così :(:(:(:(

    RispondiElimina
  8. Andrò a vederlo nei prossimi giorni, scegliendo uno degli orari assurdi in cui lo danno...
    Comunque il promo è tremendo, sembra davvero un film SOLO per bambini...

    RispondiElimina
  9. ciao a tutti.
    noi siamo appena tornati dal cinema e siamo ancora molto emozionati. bello il film, la storia, grandiose le musiche e geniale il fatto di lasciare come bozzetti gli sfondi "animando" solo i primi piani. inutili i paragoni, soprattutto con Howl. non si può pretendere che Hayao faccia miracoli a ogni film, tanto più che proprio nelle sue intenzioni questo vuole essere diverso.
    Topix

    RispondiElimina
  10. Francesco22/3/09 11:30

    Ciao, io sono andato ieri a vederlo con mia sorella di 7 anni e io ne ho 22. Ci è piaciuto tantissimo a tutti e due, forse più a me. Lo spettacolo era alle 17.20 e in sala saremmo stati in 10 persone in tutto e erano tutte famiglie. Gli orari sono sbagliati perchè con le giornate che ci sono al pomeriggio la gente esce a farsi le passeggiate (se non davvero interessata). L'effetto dell'acqua è stupefacente. Il maestro è sempre il migliore. Non vedo l'ora di rivedermelo in dvd. Peccato un pò per il doppiaggio che secondo me era migliorabile. Ciao e grazie di tenermi aggiornato sul grande maestro.

    RispondiElimina
  11. Sono appena tornato dal cinema. Ci sono andato con i miei due bambini di 4 e 8 anni. Io ne ho 44.
    Quando Miyazaki narra con leggerezza è sempre sublime e le emozioni che riesce a far scaturire sono uniche ed impareggiabili (es. Totoro, Porco Rosso). Quando si aggroviglia su pendii metafici mi piace un pò meno (es. Mononoke).
    In Ponyo pur prevalendo il primo aspetto ci sono alcune vaghe contorsioni "alte" che avrei preferito non trovare, magari accorciando un pochettino la lunghezza del film.
    In ogni caso è una vera meraviglia poter assaporare un nuovo film del maestro. Pensavo di trovare meno gente in sala, invece alla proiezione dell 14.50 (multisala warner a vicenza)qualcuno c'era.
    Aspetto grafico: non so se a causa di scelta stilistica ma i colori, la definizione e la pulizia della pellicola non erano entusiasmanti. Forse che i nostri occhi si stanno abituando agli standard della computer-grafica ?
    Colgo l'occasione per ringraziare chi tiene vivo questo sito.

    RispondiElimina
  12. Ringrazio tutti voi per i commenti che lasciate, per farmi sapere cosa pensate di questo film. Sono davvero lieta che vi sentiate liberi di farlo! ^_-

    Io purtroppo potrò vedere il film solo quando uscirà il dvd e spero esca quanto prima.

    RispondiElimina
  13. Semplicemente una Meraviglia.

    Emozionante, coinvolgente e magico.
    La colonna sonora di Hisaishi ci trasporta dalle vaste profondità del mare alla sommità della scogliera su cui sorge la casetta di Sosuke con una delicatezza ed una forza che non si possono immaginare.
    L'animazione è sempre a livelli sublimi e l'aspetto grafico lascia con la bocca aperta: acquerelli per un film in cui l'elemento principe è l'acqua!!!

    E poi c'è Ponyo!
    Pesciolina cicciottella sempre vispa e in movimento. Le sue molteplici espressioni facciali sono stupefacenti e davvero buffe.

    Era da tempo che non mi emozionavo così vedendo un film (per bambini per giunta!).

    Grazie Miyazaki!

    RispondiElimina
  14. Alessandro23/3/09 15:03

    Visto sabato; i 5 minuti iniziali (senza parlato, solo con la musica) sono favolosi e l'estetica delle immagini è meravigliosa sembra di essere in una illustrazione. Ci sono alcuni rimandi alla cultura giapponese (Ponyo sembra un kappa quando utilizza i suoi poteri) ma nulla a che vedere con la Citta incantata.
    Anch'io come Tiziano ho trovato la pellicola un po' "sporca" ma ho pensato dipendesse dal cinema in cui ero.
    Mi è rimasto solo qualche dubbio relativo al cambio di carattere/atteggiamento di uno dei personaggi, forse un po' troppo repentino ma è una cosa che si fa perdonare visto il resto del film. Spettacolari i credits alla fine del film.

    RispondiElimina
  15. L'ho visto domenica, il film è molto bello, dolce come Totoro, ma anch'io ho notato un certo scollamento verso la fine del film; non vorrei che nella versione italiana fossero state tagliate le scene del come i genitori di Ponyo e la mamma di Sosuke arrivano alla Casa Dei Girasoli.

    RispondiElimina
  16. Ho visto il film venerdì pomeriggio (non c'erano orari serali, peccato...). In sala eravamo in 8...che tristezza che la gente non capisca quanto valga la pena vedere i film del maestro miyazaki!!! Mi è sembrato che lo stile sia cambiato parecchio! Non ho ritrovato le solite emozioni degli altri film, ma altre, diverse. In effetti, proprio come ha detto miyazaki stesso, questo era un film per i bambini ed è stato proprio così. Penso che possano davvero apprezzarlo anche gli adulti, solo se dentro di loro sono rimasti comunque un po' bambini...Comunque è da rivedere, come ogni altro film di miyazaki!
    Peccato per la traduzione in italiano della canzoncina finale...l'hanno solo rovinata...
    Ciao!

    RispondiElimina
  17. Alessandro24/3/09 11:13

    Per quaso qualcuno di voi sa se la traduzione italiana presenta delle differenze con l'originale? A parte alcune scene finali mi sembra strano che il bambino chiami sempre i propri genitori per nome e mai "mamma" e "papà". Grazie

    RispondiElimina
  18. Io come vi ho detto non ho avuto modo di vederlo, dunque non posso dirvi la mia.

    Circa il doppiaggio vi posso invitare a leggere il Diario / Edizione italiana di lavorazione per il doppiaggio italiano. Magari vi chiarisce qualche dubbio, e volendo potete anche fare nel forum domande dirette al direttore Cannarsi.

    RispondiElimina
  19. Un piacere assoluto dall'inizio alla fine. Un intero film che parla e provoca sentimenti, senza mai cadere nello stucchevole, o nel ripetitivo. Per me uno dei più belli di Miyazaki. L'istinto che ho avuto uscendo dalla sala, è di rientraci per rivederlo.

    RispondiElimina
  20. Ho rivisto il film ieri (la prima volta l'ho visto alla mostra del cinema a Venezia con il maestro Miyazaki in sala, che emozione!). Devo dire che mi è piaciuto ancora di più rispetto alla prima volta. Secondo me non bisognerebbe paragonarlo agli altri film del maestro, questo poi, rispetto agli ultimi 3 (Mononoke, Città Incantata, Howl) è completamente diverso. Ponyo è una favola molto molto semplice, quasi "banale", una storia che in mano ad un altro regista probabilmente sarebbe stata di una noia mortale. Proprio qui si vede la grandezza del maestro. L'attenzione ai particolari, le espressioni e i movimenti di Sosuke e di Ponyo, la bellezza delle "inquadrature" (in poche parole la sua regia) ne fanno un film bellissimo ed emozionante, pieno di poesia. Un film molto semplice anche tecnicamente, voluto così da Miyazaki stesso, in contrasto con la computer graphic imperante e per esaltare la semplicità della storia. Un film che mi ha portato indietro nel tempo a quando ero bambino e che mi ha entusiasmato molto. Scene cult: la corsa di Ponyo sulle onde e la "gita" dei bambini sulla nave giocattolo.

    RispondiElimina
  21. RISPOSTA AD ALESSANDRO:

    no, la traduzione dal giapponese all'italiano è stata rispettata (ho visto il film al Festival di Venezia in settembre 2008 in giapponese coi sottotitoli)... solo la voce di Fujimoto (del bravissimo Massimo Corvo) è un po' troppo cavernosa, quella giapponese era un po' più normale.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  22. Lascio un contributo da inesperto... Sono andato a vedere il film casualmente perchè "obbligato" a passare il Sabato pomeriggio in un centro commerciale a Roma. Non conoscevo l'opera di Miyazaki e mi sono solo visto il trailer prima per capire se era adatto a mia figlia (...e chiaramente anche a me!). Sono andato con la mia compagna, nostra figlia (5 anni) e la cugina (4) spetacolo delle 20:00 sala piena (molti adulti)... mi spiace non saper dare valutazioni tecniche ma voglio dire che in sala ci siamo ritrovati ad essere 4 bambini tanta è stata la forza emotiva di questo film.

    Se la scelta di rinunciare ad effetti grafici computerizzati porta a questi risultati allora spero proprio sia premiata da una sempre maggiore presenza di pubblico.

    ...intanto da oggi a chi mi capita sotto tiro lo consiglio caldamente! Marco71

    RispondiElimina
  23. Marco71 ti invito vivamente a vedere gli altri film del maestro. Purtroppo alcuni non sono più reperibili in Italia in dvd ma altri si. E ricordo a tutti di tenersi pronti per l'arrivo di Totoro. ^_^

    RispondiElimina
  24. Sono andato a vedere con un’amica Ponyo Sulla Scogliera, l’ultimo capolavoro del regista premio Oscar Hayao Miyazaki.
    Rispetto ai precedenti lavori del maestro ponyo risulta un film semplice,come ammette lo stesso regista in un intervista su repubblica. Ma ciò non guasta la visione anche ad un pubblico un po più grande.
    Personalmente lo trovato delizioso e tecnicamente superlativo; andando contro corrente il regista nipponico “sospende” la computer graphic e restituisce la complessità salata del mare con la matita e settanta artisti che hanno disegnato a mano centosettantamila disegni.
    Insomma è un film da vedere per chiunque ami l’animazione giapponese, perché Miyazaki fa sognare e ti trascina in un mondo fantastico e per quei cento minuti ritorni ad essere un bambino spensierato.
    Se avete la possibilità andatelo a vedere, e non ascoltate la gente che vi dirà che essendo un “cartone animato” è destinato solo per i bam

    RispondiElimina
  25. Dopo un anno di attesa, finalmente oggi sono risucito ad organizzarmi con mia moglie e siamo andati al cinema più vicino in cui si proiettava Ponyo (34 km da casa!!!).
    Detto questo, la sala da 125 posti era piena di bimbi (spettacolo festivo delle 15) che sono stati muti come le sorelline di Ponyo per tutto il film.
    Chi dice che "non è un capolavoro, è solo bello" a mio avviso non ha capito nulla del film.
    Miyazaki ci accompagna passo a passo a (ri)vedere il mondo come fossimo bambini e ci porta in un viaggio fantastico!!!
    Siamo molto soddisfatti del film che consigliamo vivamente a tutti quelli che non hanno il cuore troppo incrostato.
    Ora aspettiamo il DVD: Vampiretta avvisaci tu!!!
    Graziue Vampiretta.

    RispondiElimina
  26. Si sa qualcosa per Totoro? La Lucky Red è più silenziosa che mai, e dal loro sito non sono disponibili le line-up...

    RispondiElimina
  27. Su Totoro ancora nessuna news.

    RispondiElimina
  28. Bellissimo si riconosce da subito lo stile del Maestro, il caotico fondale oceanico richiama il deserto tossico di Nausicaa,l'atmosfera calma dell'asilo e della casa di riposo rimandano a Kiki,le sorelline di Ponyo fanno pensare ai piccoli Kodama di Mononoke e ovviamente la magia è del Maestro, fedele al suo stile ma sempre capace di sorprendere.

    Andrea

    RispondiElimina
  29. io ho visto Ponyo dopo 3 anni di latitanza dai cinema (2 figli....)casualmente l'ultimo film prima di partorire era stato proprio Howl!! comunque ho portato la mia figlia magg-3 anni- che è rimasta in silenzio per tutto il tempo e non ha voluto neanche andare al bar!! io ero commossa e lei mi canta la canzoncina finale tutte le mattine...però l'ho tirata su bene, lei adora Totoro Howl e la città incantata, e insiste per guardare anche mononoke hime!!
    mi sapete dire a chi si ispira il personaggio del padre di Ponyio??mi ricorda tanto qualcuno ma non riesco a focalizzare...
    D

    RispondiElimina

Puoi commentare le News dello Studio Ghibli anche se non sei iscritto ma non lasciarmi il commento anonimo. Clicca su Nome/Url e scrivi il tuo nome o il tuo nick! ^_^